Pura Lempuyang

Pura Lempuyang

 

Since yesterday was a relaxing day, today has to be a more productive one (even though yesterday ended up being quite productive too). So we woke up at 8 am, and left our resort on board of our loyal scooter heading east (yes, once again).

This time our goal was the Pura Lempuyang Temple, situated on the Seraya hill (1’057 meters), on the far east of the island. We were well organized and fully equipped for the tour: 90 km on the way there and 90 on the way back, for a total of almost 6 hours riding our vehicle! We downloaded the maps on our phones and left.

We drove across breathtaking landscapes: from the white beaches to the black ones, from the rice fields to the forests on the hills. Everywhere we looked there was something we would have stopped by to look, but we had a goal and were willing to reach it, so we just made a few stops on the way.

 

 

As Murphy’s law is always to be applied, the road we were sure would have brought us there was the wrong one; fortunately not the entire road but just the last few kilometers: the ones in the forest, where there was almost no road, the streets where so steep that we had to walk by our scooter to get to the top of some ascents! Even though it was an awesome experience and we saw some lovely villages in the forest where probably no other tourist had driven by before.

When we finally got to the right place we got welcomed by some locals who explained us how the Temple complex is organized and helped us wear the Sarong (typical Balinese dress). They showed us a map of the seven Temples and explained us the rules to follow in order to respect their traditions and religion: You have to wear a Sarong to enter every Temple, you cannot walk in front of someone praying and you should try to be as quite as possible while in the temple. To conclude they warned us about the monkeys in the forest.

The first Temple is the biggest and probably the most beautiful, there are three large stairs to get in, of which you can only use the two on the side, the one in the middle is reserved to priests and gods during ceremonies. Inside there is a big courtyard with different altars for the offerings and lot of beautiful statues to admire.

 

 

Then proceeded to take the stairs to the other temples, 1’700 steps! As hard as it can seem, the walk is really enjoyable as you are in the forest and see lot of Balinese families in their ceremonial attire balancing large baskets of food on their heads for the offerings (as well as shop owners who bring the food and drinks they’re going to sell to visitors).

 

 

 

As we got closer to the top we started to encounter curious monkeys who where at the same time afraid of us as curious.

 

 

On top the view is breathtaking! We were lucky to get a sunny day and we had a beautiful view over Mount Agung, the sea in the south and the rice fields in the north. The temple on top is smaller than the others, but the view compensates more than enough. This and the others of the complex are absolutely our favorite temples so far! If you are just a minimum fit and willing to make a wonderful trek on the hill you have to go there.

To end the day we stopped by the famous Blue Lagoon (this time we found it!) and snorkeled a little. As the sun set we drove back fully satisfied of our day!

 

Visto che ieri é stata una giornata all’insegna del relax, oggi doveva essere una giornata molto più produttiva (anche se in fondo anche ieri lo é poi stata abbastanza). Così ci siamo alzati alle 8 del mattino e abbiamo lasciato il nostro resort a bordo del nostro fedelissimo motorino in direzione est (si, ancora).

Questa volta il nostro obiettivo era il tempio Pura Lempuyang, che si trova sulla collina Seraya (1’057 m.s.m), molto a est dell’isola. Eravamo ben organizzati e equipaggiati per il giro: 90 km all’andata ed altrettanti al ritorno, per un totale di quasi 6 ore in sella al nostro veicolo! Abbiamo scaricato le mappe per arrivare fin là e siamo partiti.

Abbiamo attraversato diversi posti mozzafiato: dalle spiagge bianche a quelle nere, dai campi di riso alle foreste in montagna. Ovunque girassimo il nostro sguardo avremmo voluto fermarci per guardare meglio, ma avevamo un obiettivo da raggiungere quindi ci siamo fermati solo un paio di volte lungo la strada.

Siccome ovviamente la legge di Murphy é sempre dietro l’angolo, la strada che avrebbe dovuto condurci fino a là non era quella giusta; fortunatamente non tutta la strada ma solo gli ultimi km: quelli in mezzo alle foreste, dove quasi non c’erano neanche più strade e le salite erano talmente ripide da costringerci a scendere dal motorino per spingerlo su fino alla cima! Nonostante ciò é stata un’esperienza fantastica durante la quale abbiamo visto diversi villaggi molto caratteristici nelle foreste dove probabilmente nessun turista era passato prima d’ora.

Quando finalmente siamo arrivati al tempio siamo stati accolti dai locali che ci hanno spiegato com’é organizzato l’insieme dei templi e aiutato a indossare correttamente il Sarong (abito tradizionale balinese). Ci hanno mostrato una mappa dei sette templi e spiegato le regole per accedervi: È obbligatorio indossare il Sarong per entrare nei templi, non si può camminare davanti alle persone in preghiera e soprattutto bisogna essere il più silenziosi possibile all’interno dei templi. Infine ci hanno consigliato come comportarci con le scimmie che si trovano nella foresta, lungo la strada e nei templi.

Il primo tempio é il più grande e probabilmente anche il più bello, ci sono tre grosse scalinate per accedervi, delle quali però si possono utilizzare solo le laterali, quella centrale é riservata ai preti e gli dei durante le cerimonie. All’interno un grande cortile con diversi altari per le offerte e tantissime statue, tutte bellissime.

Ci siamo poi incamminati per le scale che portano alla cima e agli altri templi, 1’700 gradini! Per quanto possa sembrare faticosissimo, la passeggiata é stupenda: ci si trova in mezzo alla foresta e si incontrano diverse famiglie balinesi che indossano gli abiti da cerimonia e portano, in equilibrio sulla testa in grandi ceste, cibo per le offerte alle divinità (così come i piccoli rivenditori che portano cibo e bibite da vendere ai passanti lungo la salita).

Avvicinandosi alla cima si cominciano ad incontrare le scimmiette, che sono allo stesso tempo incuriosite e spaventate da noi.

In cima la vista é mozzafiato! Siamo stati abbastanza fortunati da beccare una giornata di bel tempo e quindi vedere lo stupendo panorama del monte Agung, il mare a sud e le risaie a nord. Il tempio in cima é più piccolo degli altri, ma la vista compensa anche più del necessario. Questo e gli altri del complesso sono sicuramente i nostri templi preferiti fin’ora! Se siete appena un minimo in forma e motivati a una bella passeggiata in collina questo é un posto da vedere assolutamente.

Per concludere la giornata in belllezza ci siamo fermati per un bagno nella Blue Lagoon (questa volta l’abbiamo trovata!) e abbiamo fatto un po’ di snorkeling, dopodiché con il sole che tramontava siamo rientrati a casa soddisfatti della nostra giornata.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s